Denti sani e smaglianti

Sulle prime, l’igiene orale può sembrare noiosa, ma un sorriso smagliante resta il miglior biglietto da visita. Avere denti sani non è solo sinonimo di salute e di benessere, ma anche di bellezza. Chi fa proprie alcune semplici regole viene ricompensato e può sfoggiare un sorriso sano e smagliante.

Per raggiungere un simile risultato è importante pulire i denti almeno due volte al giorno con un dentifricio contenente fluoruro, senza dimenticare gli spazi interdentali e la lingua. L’alimentazione ha un ruolo essenziale in caso di colorazioni dei denti, di erosioni (perdita di smalto), di carie e di alito cattivo. Non tutti sanno che anche i disturbi alimentari possono incidere sullo stato di salute dei denti. E che dire dei piercing o del bleaching?

A volte, però, nonostante tutto l’impegno nel pulire i denti, bisogna comunque rivolgersi allo specialista, per esempio per i denti del giudizio, gli apparecchi, i denti sensibili o il bruxismo (il digrignamento dei denti). Il principio tuttavia rimane lo stesso: chi pulisce accuratamente i denti, li mantiene puliti e sani.

Infortunio ai denti

A volte basta poco per subire un infortunio ai denti, per esempio durante un’attività sportiva o anche a casa, quando non si guarda dove si mettono i piedi. In caso di infortunio ai denti occorre informare immediatamente il medico dentista, che deve sapere che cosa è successo, quando, dove e come, nonché l’età della vittima e quali denti sono stati danneggiati. In questo modo, infatti, può decidere se il trattamento è urgente o no.

Se un dente esce completamente dal suo alveolo, va trasportato immerso in un contenitore pulito con del latte o in un sacchetto di plastica contenente un po’ di saliva. Non toccate mai la radice del dente e non pulitelo!

In caso di infortuni ai denti e di mal di denti potete rivolgervi al servizio di urgenza dentaria delle sezioni cantonali della SSO.

Gengiviti e parodontiti

Se la placca si propaga sul bordo gengivale e non viene rimossa per parecchio tempo, la gengiva si infiamma e inizia a staccarsi dal dente. Se trascurata, l’infiammazione può estendersi all’osso sottostante. In caso di parodontite, ossia di infiammazione dei tessuti di sostegno del dente, l’osso viene gradualmente distrutto e quando non dà più sostegno, il dente si allenta, inizia a muoversi e alla fine cade. Il medico dentista può curare una parodontite, ma non può recuperare l’osso che è già stato riassorbito.

I seguenti campanelli di allarme potrebbero essere sintomi di una gengivite o di una parodontite e andrebbero comunicati al medico dentista:

  • gengiva molto arrossata, gonfia o sanguinante
  • denti sensibili
  • alito cattivo.

I dolori non sono un sintomo sicuro, perché spesso le gengiviti non fanno male. Un segnale sicuro, invece, è il fatto che la gengiva sanguini durante al pulizia dei denti.

Con una buona igiene orale è possibile prevenire le gengiviti e le parodontiti.

Wir verwenden Cookies und Analysetools, um Ihnen den bestmöglichen Service zu gewährleisten. Indem Sie auf der Seite weitersurfen, stimmen Sie der Verwendung von Cookies und Analysetools zu. Weitere Infos finden Sie in unserer Datenschutzerklärung.

Ich stimme zu

Nous utilisons des cookies et des outils d’analyse dans le but de vous offrir le meilleur service possible. En poursuivant votre navigation sur notre site, vous acceptez nos cookies et nos outils d’analyse. De plus amples informations sont disponibles dans nos règles de confidentialité.

J’accepte

Utilizziamo cookie e tool di analisi per assicurarvi il miglior servizio possibile. Continuando a navigare nel sito, acconsentite all’utilizzo dei cookie e dei tool di analisi. Troverete ulteriori informazioni nella nostra Informativa sulla protezione dei dati.

Approvo